name_banner3
menu_scritti1
up46

Eugenio De Signoribus

Iceberg con figura

Il padre penitente
sull’iceberg alla deriva
sogguarda la corrente
che intorno lo corrode

a mani giunte prega
mentre il suo appoggio cede
come una frana interna
che impietosa non frena

(non la vita esemplare
non la colla del bene,
ha vinto chi contiene
il male nell’abbaglio)

egli ora il discendente
verso la linea acquosa
e alza le braccia al cielo
che s’incupa e rapprende…

il padre-figlio ancora
piega sommesso il capo
sommerso col suo avviso
e pena e sacrificio…

l’ultimo bagliore
dell’incurvato santo
nel bianco del suo seggio
verso il nero del mare

(poi l’iceberg senza vista
abbandonato e sfranto
spiraglia e si ringorga
e schiumaglia e scompare…)

aprile-maggio 2011
riv. marzo 2015

 

Iceberg in Adriatico

Dietro bassi raggi all’orizzonte
la banchisa di ghiaccio iridescente
e un iceberg che avanza lentamente

la messa a fuoco dice che pur vera
ci che la vista assegna al mite mare,
non la spungosa nuvola straniera

31 maggio 2014

 

signoribus

Iceberg - Siamo tutti collaborazionisti 2011
silicone su tela, lettere d’acciaio, piombo, lavagna e pietra  cm 120 x 250 x 100